martedì 21 febbraio 2017

Un figlio ti completa... ma anche no!

Prima di diventare mamma Sabrina, sono stata solo Sabrina per molto tempo. Mamma lo sono diventata superati i 30 e a distanza di ben 3 anni dal matrimonio, vi lascio immaginare quindi quante volte mi abbiano rivolto la domanda "ma quando lo fai un figlio?".

Quando ero solo Sabrina, e mi andava bene di essere solo Sabrina perchè nel mio futuro immediato figli non ne immaginavo, e nemmeno in un futuro più remoto, la motivazione principale che mi davano per invogliarmi a riprodurmi era che un figlio completa la donna. Questa frase era quella che più mi dava fastidio perchè sentivo che chi la pronunciava, dall'alto del suo essere genitore, si sentiva migliore, più donna di me solo per aver generato un altro essere umano, nient'altro.

Io non mi sono mai sentita una donna a metà, e ora da mamma, non credo che la Sabrina di prima fosse più o meno completa di quello che sono ora.
Io, da mamma, non sono una persona migliore di prima.

Il mio bimbo mi ha fatto rivalutare la mia capacità di amare, che non credevo potesse essere così grande.
Il mio bimbo mi fa sorridere per le cose più stupide. Ho gioito per un pernacchietto, per una pappa finita, o per un caccone che mancava da giorni.
Il mio bimbo a volte fa sentire bimba anche me. Quando gli parlo con una voce stupida, quando gli faccio le smorfie, quando lo porto in giro per casa tenendolo per la pancia in posa da superman.
Il mio bimbo mi ha fatto scoprire i miei limiti. Non posso fare tutto quello che mi prefisso di fare, a volte devo scegliere se fare questo o quell'altro. Spesso scopro anche i limiti della mia pazienza, e ahimè sono piuttosto ristretti.

Ho conosciuto pregi e difetti che prima non sapevo di avere. E forse ora so qualcosa in più di me. Ma no, non mi sento diversa da prima. Mamma Sabrina è ancora Sabrina, solo che adesso c'è Leo.


Un figlio ti dà un carico di responsabilità in più ma non ti rende più matura.
Un figlio ti arricchisce di un nuovo amore, un amore unico, che riempie il tuo cuore, ma non ti completa come donna.

Come mamma mi sento più ricca, di una di quelle ricchezze che non si ottengono con il lavoro e il sacrificio, ma di quelle che capitano. Leo è il mio scrigno di monete d'oro nascosto da un pirata e poi dimenticato. Leo è la mia fortuna, la più grande, e se non lo avessi avuto sarei stata meno ricca, ma meno donna no, questo mai.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti

Instagram Photos

Chi sono

Sabrina

Elaboro le emozioni mettendole nero su bianco e lo faccio da quando a nove anni mi fu regalato il primo diario segreto. Ho spostato i miei pensieri dalla carta al web e nel 2005 ho creato il primo blog. Mamma da luglio 2016 di Leonardo, un ometto puzzoloso. Sabrina.

Contatti

Vuoi scrivermi? Manda una mail a: memoliy84@gmail.com Oppure scrivimi sui social.
follow me
pulsante facebook instagram

Statistiche

Visualizzazioni

Lettori fissi

Newsletter